monicanardozi@storepix.it

La mia foto
I grandi uomini hanno scritto le loro opere più eccellenti in quel periodo della loro vita nel quale dovevano scrivere gratis o per un onorario assai basso. "Schopenhauer"

sabato 21 novembre 2009

LA BRENDA E I FALO'

E' da quando ho aperto gli occhi che sono di cattivo umore.
Non so il perché, non c'è una ragione apparente, una di quelle cose da poter liquidare in un attimo e bon, tipo piove, tipo devo andare a lavoro, tipo ho finito le sigarette, tipo dover vedere gente che repello, tipo dover fare cose di cui non ho voglia...Quando mi prende così è una palla micidiale.
Sono di cattivo umore nonostante un signore alla coop mi abbia regalato il suo biglietto della salumeria e il salumiere mi abbia detto: arrivederci e complimenti per il look.
Nonostante tutti gli sconosciuti con cui ho avuto a che fare fino a questo momento mi abbiano sorriso e parlato con gentilezza.
Nonostante abbia comprato compulsivamente due paia di scarpe due maglioni e una cintura.
Nonostante sia stata così figa da andare a correre anche oggi.
Nonostante abbia dormito abbastanza e mangiato gorgonzola.
Non c'è niente da fare. Sono un caso disperato. La fisiologia non c'entra, non sono nel periodo dell'ovulazione.
Poi ho freddo.
E mi sento svuotata e ribaltata come un cassonetto dopo il servizio dell'Ama.
E mi sento che vorrei fare cose grandiose e che il mondo dovrebbe ringraziami per questo, ma sono priva di idee, mi sento così priva di idee che starei bene a fare il ministro.
E poi c'è questo fatto di Brenda bruciata e del mio romanzo che in tempi non sospetti aveva cominciato a raccontare una storia di trans e ora sembra tutto una barzelletta, sembra che voglia cavalcare l'onda e in questi assassinii politici mi ci voglia fare la scarpetta o sguazzarci dentro senza scrupoli, come un F. M. qualunque.
Ma tanto, poi, non ho idee su come mandare avanti questa storia, non ho idee in generale, l'ho detto, mi sento in grado di poter espletare al massimo le stesse funzioni cerebrali di un distributore automatico di caffè.
E poi non mi diverto più.
Mai, ma mai.
Avrei bisogno di una novità radicale, tipo una vincita al lotto, un cambio di sesso, un attacco alieno, elezioni anticipate.

E anche tu lettore, regalati un viaggio con me in Brasile a spese tue!.