monicanardozi@storepix.it

La mia foto
I grandi uomini hanno scritto le loro opere più eccellenti in quel periodo della loro vita nel quale dovevano scrivere gratis o per un onorario assai basso. "Schopenhauer"

venerdì 28 settembre 2007

Nina Vomitich IV

Ora Nina Vomitich andò a scuola e incontrò Gesù bambino. Egli le disse:
-Tu donna, ripeterai l'anno
E Nina Vomotich rispose
-Ma veramente mi sono appena iscritta
-E allora, tu donna ti riscriverai ...
poi la guardò intensamente e aggiunse
-E perciò detto pagherai di nuovo le tasse. Chi crede in me eccetera eccetera..
Nina Vomitich bestemmiò a mente, però Buddha e prima ancora che se ne potesse accorgere Gesù l'aveva teletrasportata nella fila dell'economato, riscossione tasse e contributi.
In fila c' erano 8597 persone e Nina Vomitich era l'ultima.
Subito dopo arrivò un vecchio e disse
-Scusa, sono malato, ho la prostata tumefatta, e la gamba sciatica, mi faresti passare?
- Uhm
rispose Nina vomitich e il vecchio passò
Poi arrivò una donna gravida dalla pelle squamosa, gli occhi storti e le gambe a x.
Ella disse
- Scusa, ho un problema, sono incinta, posso passare?
- Hai più di un problema!
Rispose Nina Vomitich e la donna mentre passava la percosse violentemente sulle gengive con l'anello nuziale.
- Uhm
disse Nina Vomitich e un rivolo di sangue le colò fin sotto il mento.
In seguito arrivò un uomo saltellando e disse
- Scusa sono un disabile, mi faresti passare?
-E da cosa si vedrebbe che sei un disabile?
Allora l'uomo si abbassò le braghe e Nina Vomitich capì.
Sei ore più tardi, dopo che Nina Vomitich ebbe visto passare un nano, un elefante, un foglio A4, un idroncelafico, un chianti, una porta usb, un pacchetto di camel, una figa senza mutande, un gruppo di peli di culo, un gatto senza stivali, degli stivali, un rasoio, un romeno con la pialla, un romeno senza pialla, una lampadina non alogena, Abramo Lincoln, Moana Pozzi, Fassino e Rutelli, la macchina blu di Fassino, Cesare Augusto, Antonio e Lepido che un , avendo visto Augusto si grattavano le palle, Franca Rame senza Dario, un Dario qualunque, il settimanale Internazionale e 125 napoletani, arrivò un bambino e le disse
- Scusa, sono un bambino, mi faresti passare?
E allora Nina Vomitich che aveva anche una gran fame ormai, lo ingoiò, ma poi vomitò perchè il bambino aveva delle scarpe Nike altamente cancerogene. Rivomitato che fu, il bambino la guardò di sbieco e la percosse forte sulle gengive con il sussidiario rigido della V elementare, poi passò.
A notte fonda si trovò a passare di lì anche un certo Gesù detto il nazareno, ormai divenuto adulto. Egli guardò Nina Vomitich e le disse
- beati gli ultimi perchè...
contò velocemente con il calcolatore divino la complessità della fila e concluse
-perchè tali rimarranno

To be continued..

mercoledì 26 settembre 2007

Fosse per me..




Venderei casa. Rinnoverei il guardaroba. Pubblicherei tutte le mie cose. Assumerei un cuoco. E una stiratrice a ore. Diventerei una cantante punk. Studierei seriamentre latino e greco per partecipare ai certamina in germania dove se vinci la comunità di latinisti ti si inginocchia davanti e ti mette in testa una corona d'alloro d'oro o d'oro d'alloro. O oroallo oro d'..Oro è una parola palindroma.

Oggi sono molto triste.
Tristissima.
Tantissimo. Gli aggettivi in ilis, difficilis, similis ecc, hanno il superlativo assoluto in illimus: difficillimus, simillimus ecc.

bonus-melior-optimus
minus-peior-pessimus
Io oggi sto veramente pessimus.

Ego hodie pessima sum.

Penso a cose a cui non dovrei pensare. Perchè in realtà non le vorrei neppure, è la noia che mi fa immaginare stupide scappatoie. Me la merito una vacanza dalla routine?





domenica 23 settembre 2007

UN PO' DI TRASCORSE VACANZE


QUI
QUI
QUI
QUI

venerdì 21 settembre 2007

A.A.A SEDUCONSI VECCHI BAVOSI MILIONARI


Per far fronte all'attacco trasversale di TASSE E CONTRIBUTI


QUI

giovedì 20 settembre 2007

εσείς έξι Μόνικα; , πρέπει να πεθάνετε!

Riesco di nuovo ad aprire i video su youtube.. che culo.
Venerdì ho un treno per le province del nord, lascio l'urbe per qualche giorno...mi vado a sfondare di aperitivi milanesi.
Non mi arrivano le mestruazioni, sappiatelo. E non sono incinta. Sicuro. Perciò dev'essere una malattia letale, con epilogo la morte e decorso costellato di atroci sofferenze.
Ecco.
Scappo per sfuggire alla persecuzione della biblioteca di piazza di pietra, che mi sta tormentando affinché restituisca una grammatica di greco antico... secondo me è una stronzata, andiamo!! chi, a parte me, sarebbe interessato a prendere in prestito una grammatica di greco? ma dai!, sti taccagni..cmq mi trivellano di telefonate da numero anonimo, due, tre volte al giorno.. mi hanno intimato di andare che altrimenti ..capisc'ammè...mah! mi manderanno un killer sotto casa che mi dirà :
- εσείς έξι Μόνικα; , πρέπει να πεθάνετε!
E io sarò fottuta.
baciamo le ovaie..

martedì 18 settembre 2007

Nina Vomitich III

Nina Vomitich scese dall'autobus e un ubriaco le vomitò addosso, ma lei fu più veloce e con un balzo riuscì a evitare quella pappa giallo-ocra fuoriuscita dalla bocca dello sconosciuto, salvo poi scivolare e cadere, schiena e culo, nella pozza in cui il rigurgito si era appallottolato ai suoi piedi.
I barattoli di miele tintinnarono e un'ape la punse all'interno del bulbo oculare, così Nina Vomitich svenne e credette di morire, invece riacquistò la vista, ma non completamente, solo 7/10 per occhio.
Perciò lesse l'indirizzo del vivaio e vi si recò sperando di trovarlo chiuso e invece era aperto.
Peal Arbor le si fece incontro e disse
-Ti stavo aspettando
-Uhm
rispose Nina Vomitich.
- Io e te insieme faremo grandi cose...spogliati!
Le intimò Peal Arbor
- Le calendole sono in fiore e le malmignatte potrebbero arrivare da un momento all'altro.
Nina Vomitich non sapeva cosa fossero le calendole così provando una leggera tensione soffocante come un ginocchio nella bocca, obbedì e si tolse tutto, anche il preservativo vaginale che l'accompagnava dal 1992. Rimasta nuda capì che quel ginocchio nella bocca ce l'aveva per davvero.
Peal Arbor la esaminò attentamente.
- Eccezionale
Disse
- Strabiliante
Esclamò
- Non ho mai visto niente di simile...
Poi le ordinò di chiudere gli occhi e di voltarsi di spalle
- Uhm
pensò Nina Vomitich
Così mentre Pael Arbor cercava nei suoi più intimi interstizi tracce di querce nane, Nina Vomitich pensò che avrebbe dovuto trovare un altro lavoro al più presto.
Quando che ebbe finito, Peal Arbor le disse
- Devi recarti in questo posto
E le porse un biglietto da visita
- Qui forse potranno aiutarti...io ho fatto tutto il possibile, ma se vuoi, riproviamo..
-Uhm
Disse Nina Vomitich e prese il biglietto da visita. Siccome ora ci vedeva 7/10, lesse ad alta voce l'indirizzo
- Via dell'ispezione corporale, 69
- Si, proprio lì
Disse Peal Arbor tra se e se
e poi aggiunse
- Non avresti 50 euro? per il disturbo...
- Uhm
Pensò Nina Vomitich e l'idea di trovarsi subito un nuovo lavoro le tornò ficcante come una puntura d'ape regina.
Portogli i soldi che ebbe, Nina Vomitich fece per andarsene quando Peal Arbor diede una capocciata potentissima contro un tronchetto della felicità e svenne. Ma forse era morto.


To be continued....


lunedì 17 settembre 2007

Silenzio

.
.
.
.
.
.

sabato 15 settembre 2007

Martignano

Spesa.
Dico, anzi, mi dico
- Prendi free che anche se la
SMA è a a pochi isolati poi te ne devi tronare carica di sacchetti..
- Va bene,
mi
rispondo
- ottima idea.
Allora vado parcheggio entro compro... parentesi: comprato 4 cazzate speso 25 euro... uhm...
cartaculo regina, un corvo bianco, una merda di brie, i fonzies, latte pane e mais da far scoppiare per le pop corn e... 25 euro... uhm... chiusa parentesi, esco, carico i sacchetti riparto e a metà strada free fa un rumore strano tipo : stai per rimanere a piedi perchè sono 6 mesi che non vedo un benzinaio e infatti, frrrrrriuuuuuuuuu, free si spegne rimanendo idiota e immobile in mezzo alla strada. Dentro di me il panico: romani incazzati col pisello attaccato al clacson, le buste della spesa di piombo colato, le scarpe sbagliate ( che ti pare che rinuncio alla scomodità per fare la spesa... ormai avrete capito che pur di guadagnare 5 centimetri in altezza-non morale- venderei la mia famiglia a un circo di fenomeni da baraccone) insomma, alla fin fine mi son fatta il culo triplo perchè oltre alla spesa ho dovuto portare a spinta pure quella minchia di motorino. Questa parabola ci insegna che quando vai dal benzinaio è meglio mettere più di tre euro.
Dopo, cioè dopo dopo, dopo aver portato le buste a casa, sistemato le 4 cazzate,
scammellato da una bottiglia per almeno 30 minuti tale era l'arsura da sforzo, eccetera eccetera, vado dal benzinaio ciccione a farmi dare una tanichetta di benzina per l'ormai morto-rino (...)
E quello che mi dice? (
perchè puntualmente me lo dice e questo denota il fatto che lui di certo è un gran coglione e io altrettanto e forse di più vista la frequenza con cui rimango a piedi) insomma questo troglo ciccione mi fa:
- Dopo che l'hai usata
riferendosi alla bottiglia di plastica da un litro e mezzo,
perchè lui è lì dentro che mi mette la benzina takeaway ( more illegalissimo)
- Buttala..
Capito? Mi dice BUTTALA! ma ti pare?
No, razza di subumano, secondo te adesso
appena arrivo a casa la svuoto di benzina e la riempio di acqua di rubinetto ( detta anche acqua di Veltroni) e la metto a tavola, assieme al corvo bianco e al prosecchino.
Ma vaffanculo, va!

Ah, oggi sono andata al lago di Martignano, fighissimo, vi serve un ingegnere aereospaziale per trovarlo perchè quello informatico non basta, però fighissimo.

venerdì 14 settembre 2007

Drin

UDDIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
Squilla il cell.
Io -Pronto
Quisquis - Ciaoooooo, blablablablablablablablablablablablablablablabla blablablablablablablablablablablablablablablablablablablablablablablabla blablablablablablabla blablablablablablablablablablablablabla blablablablablablablabla blablablablablablablablablablablablablablablablablablablablablablablablablablablablablablablabla
blablablablablablablablablablablablabla blablablabla blablablablablablablablablablablablablablablablablablablablablablabla
- ....
Così per 45 minuti.
Sono sotto schoc. Ho la nausea, mi gira la testa, l'orecchio umido e rattrappito, gli occhi gonfi, le gambe molli...
Perchè CAZZO la gente parla così tanto al telefono?
DIO che schifo. Che odio. Che merdi.
'Fanculo i telefoni, 'fanculo le conversazioni inutili, 'fanculo i blablabla rimescola-budella, 'fanculo....
'fanculo mi incido le corde vocali e andate a cagare... non parlerò mai più con nessuno, non parlerò mai più e basta.
Sant'Anna palindroma!

mercoledì 12 settembre 2007

Non piccante ma con cipolla


Urto il gomito contro il bacino. L'osso del bacino, l'osso destro, stringo i denti perchè sento male su entrambe le parti spigolose del mio corpo. Apro gli occhi che sono solo le 9:45. Chiudo gli occhi perchè c'è sempre tempo per stare svegli, perchè dormire fa bella la pelle, dormire ti passa una mano guantata sulla nausea, sul mal di testa, sull'alito al kebab. Sono le 13. Sono che fuori fa caldo e non piovono più vacche dal cielo. Sono i punti esclamativi, gli ohhhhhhh, i ma dai, le facce storte, le bocche tirate, gli occhi chiusi dall'alcol e dall'imbarazzo, le orecchie all'erta anche se quello che stai ascoltando può far paura, e in effetti un poco la fa. Poi ci sono i capelli, le mani tra i capelli, la voce di sottofondo che dice: che si dice, che ma, dice che ci vuoi fare? dice hai ragione dice e tu che dici? E io so già qual è l'epilogo di questa storia, lo so e penso che palle, sempre così, la mia vita a fare casini che intrecciano casini che incrociano casini che flippano casini che clonano casini che lanciano casini nelle vite degli altri e di altri e di altri ancora inconsapevoli del fatto che la colpa sta sempre qua, tra il palato e la lingua e che io non ci posso far niente, non sono cattiva è che mi disegnano così. Pensare poi si deve, rifletti che poco in fondo c'è da capire. Però rifletti, in bagno, a casa, in moto, al mare, nel traffico, in punta di piedi, con un dito nel naso, con il buco allo stomaco, per la fame, per la strizza, per il dispiacere, per la dolcezza, per la confusione che porto ovunque vada.

Io sono il caos nella vita di Tizio.

lunedì 10 settembre 2007

Ma trix è una pastiglia da rave?

Ieri ho rivisto per la IV volta, forse, Matrix e American beauty. In contemporanea, cioè vedevo due minuti di sparatorie con Neo e Morpheus e altri due minuti in cui Kevin Spacey si faceva frullati di papponi gialli e corse per smaltire la panzetta di mezza età.
E' incredibile ma se ci pensate dopo matrix, nel lontano 1999, è esplosa una sorta di folle tendenza noir e mezzo darkettona di gente impallinata con le mantelle di pelle lucida e nera, occhiali scuri, stivaloni borchiati e facce bianchicce da scenario sofferto post-conflitto atomico. Poi, l'effetto ciuccia cervelli di rimbalzo Hollywoodiano è miseramente scemato e son tornate alla ribalta giacchette fiorate e maglioncini alla Lapo Elkann. Mah, che strana cosa la massificazione! o pecorismo, come preferite. C'è qualcuno che indica la direzione ( tipo la pillola blu e come cazzo era l'altra) e tutto il resto dell'umanità lobotomizzata a seguire con la bava alla bocca. Il guru varia, può essere madonna o D&G, Bush con quelle sue stupide scarpe di gomma, Maria de Filippi con quei down dei suoi ragazzi albanesi che ballano in tuta nera e culo in fuori, Corona con il codino alla fiorello negli anni 90, quelli del Karaoke ( triste capitolo della recente storia del costume nazionale) eccetera eccetera.
Perciò continuo a sognare Al Pacino anche se ieri notte ho avuto un incubo incredibilmente spaventoso che quasi quasi svegliandomi avevo il cuore in gola e una paura fottuta come quando ero bambina e sognavo di essere posseduta dal demonio a causa del clima catto-nazista che vigeva a casa di mia madre.
Insomma, ho sognato di essere inseguita da una 70ina di cinesi incazzati, o forse coreani, cattivissimi e karateki oltre ogni limite, che volevano ingropparmisi sadicamente e senza complimenti.
Orrendo.
Poi a me gli asiatici ( a parte qualche rarissima eccezione) non mi tirano proprio.
Tirare: per una fanciulla, inappropriata espressione sessuale mutuata dal truce linguaggio del maschio medio.
Vedi anche: arrapare
Vedi anche: Keanu Reeves
Vedi anche: cmq viene sempre prima Al
Ad ogni modo si sono materializzati sulla mia faccia
Vedi anche: mento e fronte
degli orrendi foruncoli da esplosione ormonale prepuberale.
Sarà che come dice Crepèt, quando sogni spesso che ti cadono tutti i denti, vuol dire che non hai proprio nessuna voglia di crescere.
Farfallulaevergreen.

P.S Gianfilippadisavoia è stata da ieri ribattezzata come Trinity
Vedi anche: in Matrix, gran gnocca noir insaccata nel cellofan lucido dei sacchetti della spazzatura.
per via della sua tendenza felina a camminare sui muri, rimbalzando tra una parete e l'altra del corridoio. Quando è in forma, naturalmente.

domenica 9 settembre 2007

baubau

Il festival di Venezia l'ha vinto il cane del commissiario rex.
Sono tornata. E' tutto a posto, si fa per dire.
E passata la notte bianca ( diotiringrazio) ed è passata anche molto piacevolmente.
Lontano dal centro, lontano dalle iniziative che hanno riempito 200 pagine di programma, lontano dalla folla di pazzi venuti persino dalla Croazia per l'occasione.
Ora faccio ancora aperitivo ( vita da aperitivista).

venerdì 7 settembre 2007

Pavarotti & Pc

Sono triste, sono la tristezza infinita di Tizio.
Ieri, 6 settembre 2007 il mio Pc è schiupà, all'improvviso e senza lamentarsi. ( io si che mi son lamentata eh, anzi sto ancora bestemiando nei più disparati idiomi del mondo)
Credo che fosse in qualche modo arcano collegato a Pavarotti, al suo bypass, al microchip che aveva nell'ugola, alla protesi fallica.. non so, fatto sta che da ieri due loschi figuri, dei sevizi segreti, credo, stazionano sotto casa, fumano sigarette lunghe e sottili e sono vestiti come due agenti immobiliari, si guardano attorno meschini mentre citofonano agli appartamenti adiacienti al mio facendo finta di voler convincere qualche vecchia babbiona a vendere casa perchè tanto tra un pò morirà...In effetti potrebbero sembrare proprio agenti immobiliari
vedi anche : testimoni di Geova
vedi anche : fronte della gioventù cattolica
vedi anche : cervello-ciucciati di scientologi in cerca di proseliti.
Sono riuscita a salvare i ducumenti Word ( non so davvero a quale santo o pseudo santo votarmi...a quest'ora altrimenti sarei penzolante giù dalla tangenziale est con un fil di ferro spinoso stretto attorno alla gotta).
Ora sono in affidamento temporaneo dal signor Big Dick e dalla sua signora Mac in apple.
Ora il mio pc è in fase di formattazione. Big Dick in McGyver mi ha praticamente raggirato ( approfittando del mio stato confusionale in eleborazione del lutto) convincendomi del fatto che sarebbe stato assolutamente necessario impiantare Linux invece che windows. Linux è una di quelle cose
vedi anche : sistema operativo
che usano gli impallinati informatici
vedi anche : nerds
di tutto il mondo.
Dice che mi emanciperò definitivamente dai virus.
Però intanto ho perso: le mie fantastiche foto, tutti i contatti skype e msn, gli indirizzi e mail, tutto il fottio di programmi che negli anni avevo faticosamente istallato
vedi anche : Premiere
vedi anche : Muzzo, il tuo gesto filantropico volto a spianarmi la carriera di filmaker se ne è andato a farsi fottere.
Itune con tutta la musica ( meno male che c'è l'Ipod)...
Ecco, se questo è un uomo! uomo nel senso di umanità e perciò se questa è una donna!
E mentre l'attenzione del globo è attualmente concentrata sull'ibrido brittanico al 99% umano e all'1% coniglio o maiale, sulla morte di Pavarotti, big tenore e big evasore del fisco, sulle proposte di Amato per poter amabilmente randellare sulle gengive zingari e extacomunitari, mentre ecco, in tutto il mondo succede questo e si prepara altro
Vedi anche: vaffanculo day
vedi anche : terribilerrima notte bianca romana
io ormai sono uno straccio di femmina. Penso di aver perso almeno due chili, sono una enorme testa su un apribottiglia, di quelli con le braccia.
Tra l'altro oggi riprendo a dare lezione agli adolescenti figli dell'aristocrazia romana. Devo rispolverare la divisa da educanda
vedi anche: gonna nera, camicia bianca ( o nera)
Vedi anche: via gli orecchini di acciaio chirurgico
vedi anche : tirati i capelli indietro come la signorina Rottermeier.
Meno male che c'è il blog.

Faccio un appelo a tutti quelli che hanno a cuore la mia situazione. Mandatemi mail così che io un giorno, quando riaprirò la mia casella di posta, possa non trovarmi di fronte a un raggelante deserto dei tartari senza nemmeno quelli..
Addio.

martedì 4 settembre 2007

Nina Vomitich II

Nina Vomitich si recò a lavoro ma non appena il capo ufficio la vide disse
- oggesùgiuseppeemmaria
E la licenziò.
Così Nina Vomitich si trovò disoccupata con un bosco in testa e delle api a ronzarle tra un orecchio e l'altro. Visto che a causa del licenziamento aveva tutto il giorno libero, decise di andare al supermercato. Alla cassa, mentre era in fila incontrò un tizio che la guardò e disse
- Mi sono sempre piaciute le donne con una bella testa.
- Uhm
disse Nina Vomitich
- Io mi chiamo Solone
-Come l'antico legislatore ateniese?
Chiese Nina vomitich
-No, come una sola di enormi dimensioni
disse Solone
-Uhm
rispose Nina Vomitich
E poi alla cassa fu il turno di Solone.
- Mi presti 50 euro?
Disse Solone a Nina Vomitich
-Uhm
rispose Nina Vomitich e poi gli prestò il denaro.
Usciti che furono, Solone invitò Nina Vomitich a cena
- Uhm
rispose Nina Vomitich e Solone disse
- Ok, allora ci vediamo sta sera alle nove in via dell'attesa infinita
- Uhm
rispose Nina Vomitich e Solone lo prese come un ok.
Alle nove in punto Nina Vomitich era sul luogo dell'appuntamento ma alle 11 e 45 Solone non era ancora arrivato. Allora Nina vomitich pensò che di certo doveva essere stato rapito dagli alieni e infatti quando finalmente Solone arrivò, le disse proprio che gli alieni lo avevano rapito e impiantato un microchip nello stomaco e per questo lui adesso aveva una gran fame.
Andarono al ristorante e Solone disse che siccome gli alieni lo avevano spogliato di tutti i suoi abiti aveva anche perso il porta monete così per la cena avrebbe potuto pagare lei?
- Uhm
disse Nina Vomitich e sperò che Solone morisse
e in effetti, pagato che ebbero il conto, Solone morì. Cadde in strada e gli esplose lo stomaco. Nina Vomitich pensò che fosse a causa del microchip alieno, ma poi un'ape le ronzo sulle labbra e lei si ricordò che stava per perdere l'ultimo notturno.
Sull'autobus una donna nera come la pece la guardò e disse
-Devi andare in questo vivaio e chiedere di Peal Arbor. Lui ti sta aspettando
-Uhm
disse Nina Vomitich e prese il biglietto da visita che la donna nera come la pece le aveva porto.

To be continued

lunedì 3 settembre 2007

Baciami stupido

Oggi in quella specie di rotocalco idiota secondo solo a studio aperto, ossia il tg 2, hanno dato questa notizia, che secondo me più che una notizia è una verità rivelata. Dico sul serio:


Per le donne il primo bacio è decisivo
Riesce a influenzare positivamente la donna, la convince ad aver fiducia nell'uomo e a pensare di costruire un rapporto duraturo

NEW YORK
- L'uomo della vita? Lo si riconosce dal primo bacio. Non è il romantico pensiero di una quindicenne che aspetta il grande amore, ma il sunto di uno studio scientifico condotto da psicologi dell'Università newyorchese di Albany e pubblicato sulla rivista online «Evolutionary Psychology». Secondo la ricerca, se per la maggioranza degli uomini un bacio vale l'altro ed è spesso una tappa inevitabile prima di un rapporto sessuale, per le donne invece è l'opposto: quando baciano per la prima volta le labbra di un partner le donne si fanno un'idea precisa del loro uomo e il destino di questa nuova relazione sarà fortemente legata alle sensazioni provate durante questo primo contatto amoroso
STUDIO
- Gli studiosi affermano che spesso «un primo buon bacio» riesce a influenzare positivamente la donna, la convince ad aver fiducia nell'uomo che ha di fronte e a pensare di costruire una relazione forte e duratura. Lo studio che è stato condotto su un campione di 1.041 studenti, tutti d'età compresa tra i 18 e i 25 anni, è spietato con i cosiddetti «cattivi baciatori»: questi, afferma lo studio, difficilmente saranno considerati partner ideali e dovranno lottare molto per conquistarsi la fiducia della loro amata.
MOTIVI - Il professore Gordon Gallup, dell'Università di Albany, è chiaro: «Il primo bacio può avere profonde conseguenze sulla relazione amorosa e può essere il motivo principale per cui un rapporto d'amore finisce agli albori. Mentre sono tanti i motivi che fanno innamorare due persone, il bacio, soprattutto il primo, può essere la causa della rottura di una relazione».

SESSO - La ricerca afferma che meno della metà delle donne intervistate ha dichiarato di aver fatto sesso con un uomo senza essersi scambiata in precedenza un piacevole e passionale bacio. Anche quando la coppia si sarà consolidata, il bacio sarà sempre per il gentil sesso un elemento essenziale: lo dimostra il fatto che dopo un rapporto sessuale la donna sente il bisogno di baciare un uomo, cosa che accade più di rado nei maschi: «Le donne mettono una grande enfasi quando baciano», dichiara lo studio. Gli uomini invece sono molto meno esigenti e forse riuscirebbero a fare sesso anche senza mai baciare la partner.

domenica 2 settembre 2007

Nina Vomitich I

Un giorno quando Nina Vomitich si svegliò si ritrovò con in testa un albero.
Poi guardò meglio e vide che non era propriamente un albero ma un bosco, con tanto di tronchi, rami e foglie evergreen.
Attaccati ai rami c'erano piccoli barattoli di miele, gialli e appiccicosi e anche pesanti quanto un culo di piombo.
Tutt'attorno alla sua testa boscosa gravitavano sciami di api incazzate e molto tante, ma proprio tante.
Da allora perse la vista e poi un piede. Ma a lavoro continuò a andarci.

To be continued

sabato 1 settembre 2007

Il diavolo veste scarpe prada

Vado di nuovo a Castel Gandolfo. Joseph Winnie the Pope ha ancora bisogno di me. Dice che non sa se abbinare la papalina rossa, il crocifisso d'oro e le scarpe prada con il breviario di pelle nera o quello di pergamena indiana blu-ennè.
Mi porto qualcosa per passare la notte perchè so che sarà una lunga e travagliata consulenza.
Gesù disapprova, lui con la sua sindone mezza unta e suoi sandali da francescano!
Ho cercato di spiegargli che Joseph non segue la moda hippy, che lui è un tipo più fashion, ma Jess continua a non capire scuotendo la testa.
Voglio dire... neanche lui è poi così scevro da vanità, eh! sulla testa ha messo una corona di fiori di pesco ( al posto della più nota corona di spine) e secondo me nel suo intimo sta pensando di riempire qualche buco da stigmate con uno o due piercing...
vedremo.

Saluti,
Farfallulapapalepapale

P.s il grassetto non è voluto, l'ha deciso google