monicanardozi@storepix.it

La mia foto
I grandi uomini hanno scritto le loro opere più eccellenti in quel periodo della loro vita nel quale dovevano scrivere gratis o per un onorario assai basso. "Schopenhauer"

sabato 2 dicembre 2006

Rom-a-Roma


Mi sono sempre chiesta chi sia il dentista dei Rom e da dove provengano quei denti d'oro che i nomadi si impiantano ficcandoseli su per le gengive. Probabilmente un solo dente di quelli vale più di due mie giornate di lavoro...
D'altronde è solo invidia la mia..
vuoi mettere non avere identità sociale in un mondo in cui ti stanno continuamente sul culo e ti trovano ovunque raggiungendoti persino sul cellulare?
No, dico..vogliamo parlare della telecom o del canone Rai, o del comune di Roma che ti fa multe anche se giri su te stesso a piedi e a semaforo verde? Oppure di quelli che chiamano per estorcerti mezz'ora del tuo tempo per fare la dimostrazione del folletto ultima generazione o della pulizia del materasso con una macchina infernale che risucchia tutti gli acari dello scibile e che se non fai attenzione ti risucchia pure il gatto e l'uomo? e i testimoni di Geova? quelli che sguinzagliano vecchie semianalfabete che ti vogliono parlare della forza dello spirito divino buttandoti volantini osceni nella fessura oltre il catenaccio che a momenti ci rimettono le falangette? e i sondaggi d'opinione che poi sono ricerche di mercato in genere follate dalle compagnie telefoniche? le telefoniste sfruttate sottopagate che ti chiedono potrei somministrarle un questionario? e tu chiedi ma quanto dura? e loro no, poco solo 40 50 minuti....
Vabbè, w gli zinari e le loro donne sforna figli a 12 anni, la loro libertà pagata a caro prezzo, il prezzo dello sdegno sociale e del pregiudizio, gli abiti sporchi e le mani lerce, le ubriacate a colpi di distillati cancerogeni, i furti a dovere anche al sesto piano, le teste nei cassonetti a raccattare rifiuti come gatti randagi... però almeno non hanno catene al collo nè alle caviglie.. hanno i denti d'oro non stanno in fila e non sono costretti a parlare il burocratese con i burocrati... ficcano e ridono e piangono a modo loro quando ne hanno voglia, anche se puzzano in generee, e in genere si puzzano anche di fame e freddo e rabbia.. o forse no, forse rabbia no, infondo loro hanno la loro musica, noi abbiamo quella degli americani...