monicanardozi@storepix.it

La mia foto
I grandi uomini hanno scritto le loro opere più eccellenti in quel periodo della loro vita nel quale dovevano scrivere gratis o per un onorario assai basso. "Schopenhauer"

lunedì 18 giugno 2007

Ieri oggi e domani

noia

[nò-ia] s.f.

1 Sensazione di inerzia malinconica e di invincibile fastidio, dovuta perlopiù a insoddisfazione per la monotonia e la mancanza d'interesse della situazione in cui ci si trova SIN tedio, fam. barba: una n. insopportabile || venire a n., stufare, nauseare: con i suoi soliti discorsi mi è già venuto a n. | fino alla n., oltre ogni limite sopportabile, fino a sazietà: te lo ripeterò fino alla n.

2 Fastidio, molestia: dare n. a qlcu.; (spec. pl.) problema, seccatura: avere noie col fisco

3 Persona o cosa che annoia o infastidisce: che n. queste mosche!

4 ant. Dolore, pena

dim. noiuccia | pegg. noiaccia

• sec. XII