monicanardozi@storepix.it

La mia foto
I grandi uomini hanno scritto le loro opere più eccellenti in quel periodo della loro vita nel quale dovevano scrivere gratis o per un onorario assai basso. "Schopenhauer"

martedì 29 gennaio 2008

ALLORA FACCIO ANCH'IO UN POST SULLA SERATA DEGLI INADATTI


Mi spiace solo di una cosa ( prevedibile, tra l'altro) e cioè che magari ho anche un poco, ma dico poco, sproloquiato. In genere accade che l'alcol in eccesso vada a impattare contro Gino Cervi, il neurone dell'emisfero sinistro, situato nell'area di Broca. Ora Gino Cervi di norma è composto, assennato, cordiale, formale, perciò preposto alla regolamentazione degli impulsi polemizzanti, indisponenti, irritanti, fuori luogo, rissosi, enfaticamente ribaditi ecc.
Ecco, quando sono ubriaca Gino Cervi non capisce più un cazzo e mi fa dire e fare cose strane, cose del tipo che a volte qualcuno di buona volontà mi deve cavare da una rissa in corso, per esempio, o evitare che mi faccia male o mi si faccia del male...
Fin ad ora diciamo pure che la mia esile figura unita all'essenza di femmina che tutto sommato mi porto cucita addosso, mi hanno evitato che qualsivoglia uno, indisposto dalla lascivia di Gino Cervi mi sdrumasse, abbandonandomi a terra sanguinante.
Però, insomma, mi sono proprio divertita.
Ribadisco perciò i complimenti fatti ( quelli veri e non le invettive) a Giovanni Di Muoio per la bella presentazione, le belle parole spese per noi, frotta di inadatti ( di cui pure lui fa parte).
E poi qualche bella leccata ( sincera) a , in ordine:
Marco Caponera, detto Zigù ( ma solo da me) con cui ho iniziato a bere dalle cinque del pomeriggio e non ho mai più smesso, con cui ho fatto, oltre alle innumerevoli risate, al sano cinismo che ci accomuna, alle acidità retrattili ( più la mia direi), alla grappa che ha avuto il coraggio di bere alle due di notte mentre io ci andavo giù di acqua lete, allo scontrino che ho lottato per avere e per cui lui ha mediato ( sempre per i discorsi di cui sopra), con cui ho fatto, dicevo, 4 orrende foto tessera in una cabina in viale trastevere, in cui io sembro Bin Laden e lui uno felice di averlo catturato. ( Spero non le posti mai)
Jessica, che non è venuta alla cena, ma che ci è piaciuta tanto tanto ( a me e Gino Cervi)
Alda Fusco, con la quale in molti mi vedevano in bichini a lottare nel fango e non ho ancora capito perchè ( anche se a rigor di logica sarebbe stato uno spettacolino niente male)
Beatrice che con la sua macchinetta digitale faceva foto a destra e manca e che spero pubblicherà sul suo blog al più presto
Giovanni che avevo puntato da un pò, con cui dovevo assolutamente parlare ( e ora ho capito perchè, in effetti il mio belle persone-radar non si sbaglia mai).
Bianca e MaritodiBianca con cui mi sono intrattenuta a parlare di fisica e espansione dell'universo ( cioè, considerata la mia ignoranza in materia, loro parlavano e io ascoltavo, in religioso silenzio)
Ginevra strega cattiva, l'astemia più simpatica che abbia mai incontrato in vita mia.
E infine un ringraziamento speciale a Amfortas per non essere venuto, di cui ho scoperto alcune cose, una delle quali è che si tratta di un signore distinto sulla 50ina( e pensare che non gli avrei dato neppure 20 anni!!!)