monicanardozi@storepix.it

La mia foto
I grandi uomini hanno scritto le loro opere più eccellenti in quel periodo della loro vita nel quale dovevano scrivere gratis o per un onorario assai basso. "Schopenhauer"

martedì 3 marzo 2009

MINA, LA NONNA DI TUTANCAMON

Non è che abbia niente da dire, eh, intendiamoci, però giacchè sono due gironi che rimango incollata al computer per motivi per nulla dilettevoli, allora ecco, qualcosa mi sento che devo dirla.
Dunque.
Cari compagne e compagni, ma voi, avete presente un tizio che si chiama Tizio-ano-Ciccione-Ferro?
Quel ragazzotto un po' incastonato nella felpa da giòvane di provincia che viene da Latina?
Quella faccetta pulita e liscia liscia come la pelle di daino quando la usi sul cruscotto che canta come se il nocciolo di un'oliva di Gaeta gli fosse rimasto incastrato tra l'ugola e la trachea?
Quell'umile fanciullo che ha contratto la meningite a 20 anni e da allora ha continuato a farneticare robe incomprensibile del tipo: sei un rosso relativo? che subito dopo l'imbianchino che gli ha fatto caso ha capito che forse non era daltonico ma solo cretino?
Vabbè, questo individuo qua, è diventato famoso in tutto il mondo. Robe da pazzi, Messico, Brasile, Argentina, Spagna, Inghilterra, Australia, Francia...e poi ci lamentiamo di Franceschini.
Ora, ammetto la mia presunta ignoranza in fatto di conoscenze musicali, però, gesù, e che non c'è niente di meglio nel panorama italiano di uno che canta rosso relativo, verde alternativo, arancione attraversa in fretta? In effetti se ci si ferma a riflettere un secondo e si passano in rassegne le proposte musicali salvabili, quelle che non butteresti dalla torre, capisci che il fossato si riempirebbe molto presto di cadaveri spappolati..
Vediamo, a parte Paolo Conte il dolmen, Vinicio, Max Gazzè, il sempreverde Battiato, il fu De Gregori, ( e non dite Guccini, vi prego), gli afterhours, i subsonica, i dispersi blu vertigo, i CSI colti da necrosi, gli ustmamon, il poco simpatico Daniele Silvestri, l'adorata Alice ( anche se conta in quanto costola di Battiato), i marlene Kuntz, i Madreblu...insomma a parte questi ah, Nada ( che sennò chi la sente particella di sodio) ma che roba circola oggi giorno?
chi lo sa?
Tiziano ferro, ok, e poi? Laura Pausini, ok, e poi?
Mi rimetto all'esperto musicale frequentatore di questo blog, certo majortom ( in realtà ce ne sarebbero anche altri a cui allo stesso modo mi appello) il quale ha dedicato, come potrete vedere clickando sull'apposito link, un blog sano sano a postare di musica e video e gente che chi l'ha mai sentita prima... cmq, dicevo, faccio appello dunque a chi ne sappia più di me in materia chiedendo a viva voce: esiste qualcosa di salvabile in Italia ( parlo di roba musicale) oppure dobbiamo inesorabilemente arrenderci all'idea che all'estero dovremo per sempre su tutti i fronti fare figure meschine? davvero gli unici a rappresentare le italiche sonorità nel mondo dovranno essere ciccobombocannoniere Tiziano Ferro, superchiappa Laura Pausini e la nonna di Tutancamon detta anche Mina... e basta co sta Mina?
Fateve sotto che ho portato ad aggiustare l'Ipod.
Vo/stra farfa/relativa/ senza macchia d'amore per te..