monicanardozi@storepix.it

La mia foto
I grandi uomini hanno scritto le loro opere più eccellenti in quel periodo della loro vita nel quale dovevano scrivere gratis o per un onorario assai basso. "Schopenhauer"

giovedì 12 luglio 2007

FIAT LUX

Il tabacco si è quasi seccato del tutto.
Al primo tiro al mattino mi gira sempre la testa. Ma poi continua a girarmi, forse perchè da qui a poco mi devo aspettare il famoso collasso paranoide che me lo sogno pure di notte.
Ieri era mercoledì e la gente da estate romana ha fatto senz'altro cose da estate romana: cinema, feste dell'Unità, teatro, arene, concerti.
Io no.
Io e Gianfilippa spalmate sul futon, con la voglia di divertirsi infilata nello sfintere, con la depressione sottocutanea, con la solitudine maniacale minuziosamente cercata. Gainfilippa ogni tanto, appena appena appizzava lo sguardo verso una stupida falena entrata dal balcone, ma poi manco lei aveva un gran che voglia di sbattersi per prenderla.
A fare zapping in tv tutta notte, riempiendoci il cervello di sterco fatto di documentari sull'antico Egitto, fiction sulle lesbiche, video di tettone culone su MTV tg 1 tg2 tg3 tg3 regionale e poi due ore dopo ancora tg1 tg2 tg3 tg3 regionale...Ferrara, Alessandro Magno che intanto su la 7 aveva dato il cambio agli egiziani e yogurth magro e yogurth magro e yogurth magro che sta mattina ho qualche problema connesso all'abuso di yogurth magro.

Sto pensando che questo blog che tratto come nu guaglione da primo stadio del delirio piagettiano, di quelli che ti porti in giro col passeggino e tutti che ti dicono uh ma quant'è bello, uh ma quanto ha, uh ma quanto è cresciuto, uh ma quant'ecceteraeccetera, mi sta fottendo in modo strisciante...
Mi risucchia appagandolo superficialmente, il bisogno fisiologico di scrivere.
Ma superficialmente appunto.
E' più di tre mesi che non scrivo una cippa. Di serio, intendo.
Si, faccio correzioni, si taglio qua e incollo là, si riaggiusto cucio e mando, ma non va, così non funziona.
Sono improduttiva come uno scatolone di sabbia di fronte a un seme di zucchina.

Ho passato gli ultimi 5 mesi ad aspettare.

Aspettare che XY mi faccia una telefonata e mi dica
- Ciao stella, abbiamo deciso di

  • pubblicare
  • non pubblicare
il tuo libro.
La telefonata non è ancora arrivata.

Ora aspetto inoltre che X2Y2 mi dica
- Ciao Farf, abbiamo deciso di
  • pubblicare
  • non pubblicare
i tuoi racconti.
Ma forse lui me lo dirà tramite blog e forse in questo caso il blog torna utile.

:::: leggete il racconto e pensate al corto, questo è il mio testamento.
il racconto di due post fa, non riesco a linkare me stessa, quindi do indicazioni alla romana: sotto di due, dritto fino in fondo, poi trovi un post è te ce 'nfili.