monicanardozi@storepix.it

La mia foto
I grandi uomini hanno scritto le loro opere più eccellenti in quel periodo della loro vita nel quale dovevano scrivere gratis o per un onorario assai basso. "Schopenhauer"

lunedì 9 luglio 2007

Mi piace/non mi piace



mi piace inventare nomi, ma non mi piace dire che faccio neologismi, mi piace piuttosto dire che invento nomi, come sminchiapalle che sta per padrone di casa in generale, come cippo che sta per punta di cazzo, detta anche prepuzio, come avvoltolarto e trabeccolante, come smaronare, come cazzo a tracolla, come adesso non mi viene più in mente niente.
Non mi piacciono le famiglie, le corna e i matrimoni. Odio gli stuzzicadenti, quelli che misurano la temperatura del latte infilandoci un dito con cui un secondo prima si sono con ogni probabilità sgrullato il pisello.
Mi pace dire sgrullato. Mi piace dire pisello, ma mi piace anche, il pisello..
Mi piace dire coricarmi piuttosto che andare a dormire, mi piace dire ravanare, mi piace mangiare schifezze che le donne in genere non mangiano per via dei buchi sul culo ma che su di me non sortiscono alcun effetto ( dilatante intendo, perchè poi magari si scopre che il mais scoppiato piccante oltre a farti diventare una chiattona a lungo andare provoca gravi stati di dissociazione psiconeurobilogia irreversibili ecc)
Mi piace dire cazzimma anche se ancora non ho ben capito con esattezza cosa significhi malgrado i miei amici napoletani ci provino senza successo ogni volta. a spegarmelo. Mi piace dire Guàllara, m'ammucco, strappona, caccavella, giro di peppe e pipinara.
Mi piace la poetica dell'erezione.
Mi piace lo yogurt magro, anzi sono a ruota di yogurt magro.
Mi piace fare in casa lo yogurt e il pane. Non mi piace che poi non ci sia mai un cazzo da mettere in mezzo al pane.
Mi piacciono i vecchi vivi, cioè quelli vecchi vecchi che sfruttano al meglio quei 5 o 6 anni che gli sono rimasti. Mi piace bere birra con gli amici ma soprattutto con le amiche che ruttano quasi quanto gli amici ma sparono più cazzate.
mi piace rullarmi sigarette perfettissime che la camel fosse per me dovrebbe dichiare fallimento, per una questione d'orgoglio.
Mi piace GianFilippa di savoia, ma mi piace meno pulire la sua lettiera, bastarda quanto caga!
mi piace andare a leggere al parco, mi piace sdraiarmi e aprire uno dei libri che mi piacciono, quelli che ti rapiscono e ti mollano solo quando non gli servi più solo che tu a quel punto non vorresti mai più andar via. Mi piace bere tre litri d'aqua e poi al parco bestemmiare perchè non so mai dove andare a pisciare.
Mi piace far salire i vicini a lamentarsi perchè alle due ( del pomeriggio) tento di suonare la chitarra e la nonna e i bambini e lo gnomo irlandese stanno dormendo perchè hanno fatto il turno di notte
Mi piace cenare fuori casa, anche perchè mi piace cenare e in casa si cena veramente male
Non mi piace guidare, lavare l'auto cioè portarla a lavare, mi piace mangiare in auto, perciò se A:b=lavare :a mangiare ecco. Non mi piace la matematica, i fagioli. Odio le uova.
Domanda: perchè non ti piacciono le uova?
Risposta: credo che dal punto di vista femminile mangiare un ovulo gigante abbia un non so che di cannibaleggiante.
tu, maschio, prova a mangiare una frittata di dattero del Guatemala che è praticamente uguale a un enorme spermatozoo ... ( non esiste, il dattero del Guatemala, cmq, come non esiste uno spermatozoo gigante visto che a sua volta è difficile che esista un cazzo gigante)
Mi piacciono i miei capelli, tanto, ma tanto tanto. Vedi foto sopra.
Mi piacciono le persone disturbate. mi repellono i fighetti, i guidatori di smart, i tatuaggi enormi, le facce cartacarbone delle coatte che vogliono sembrare simonaventura e si fanno le lampade, i merletti, una scarpa male abbinata, la gente che ti dice : allora? quelli che ci provano del tipo: come ti chiami sei fidanzata, odio la gente che urla, quelli che parlano solo di bambini, solo di cani, solo di lavoro ecc.
Mi piace me stessa e anche no.
Cerco una nuova casa perchè ho bisogno di un terrazzo per fare grigliate perchè un'altra cosa che adoro sono lembi di erbivoro succoso spesso e accompagnato da ettolitri di dolcetto d'Alba.
Non mi drogo più, non perché ha smesso di piacermi, ma forse perché come pratica è divenuta inconciliabile con una certa paranoia che non mi piace per niente ma che attualmente mi galoppa contro e che è quella di morire all'improvviso per collasso colossale.
Non mi piacciono le persone serie, le ragazze serie, i bambini seri.
Non mi piacciono i preti. E nemmeno le monache. E nemmeno tutti i possedimenti del vaticano. Non mi piace il vaticano.
Non mi piace allungare troppo il brodo, (non mi piace l'espressione allungare il brodo) così taglio a corto e buonanotte.

Una leccatina sul lobo a chi aggiunge una cosa che gli piace e una che non gli piace.